Guida al trattamento dei nostri tessuti.

I nostri tessuti sono antimacchia, per preservarli al meglio e semplificarsi la vita occorre sapere il trattamento corretto per ogni tipo di macchia.

3 step per il trattamento dei tessuti antimacchia.

Quando una macchia di piccole o medie dimensioni si forma sul tessuto occorre seguire tre semplici passaggi (con gli accorgimenti che spiegheremo più tardi per ogni tipo di macchia).

  1. Rimuovere il residuo in eccesso presente sul tessuto con un panno.
  2. Versare l’acqua (o l’additivo per la pulizia adatto) sulla macchia o su un panno assorbente e attendere qualche minuto.
  3. Fare pressione sulla macchia con un panno piccoli movimenti circolari sul tessuto. Se la macchia non dovesse sparire, si può ripetere il procedimento più volte.

Trattamento dei tessuti: due metodi di rimozione delle macchie.

Metodo A: usare detergenti a base acquosa, oppure diluire due cucchiai di ammoniaca in 1 litro d’acqua. Tamponare delicatamente la macchia con un panni inumidito con la soluzione, girandolo in modo che solo la parte pulita venga a contatto con la macchia.

Metodo B: per il trattamento di alcune macchie dei tessuti si consiglia di usare solventi per la pulizia a secco non aggressivi puri e privi d’acqua. Per la pulizia effettiva della macchia si segue il metodo A, cambiando soltanto l’agente pulente.

Macchie specifiche.

Grasso-olio: metodo B.

Cioccolata-caffè: tamponare con una spugna inumidita con acqua tiepida.

Cera-candela: asportare la cera con una spatola o un coltello smussato. Utilizzare il metodo B e coprire con qualche strato di carta assorbente, applicare un ferro da stiro caldo.

Frutta: passare una spugna inumidita con acqua fredda.

Inchiostro: trattare con alcool seguendo il metodo A.

Fango: asportare delicatamente quanto più sporco possibile con una spatola. Aspettare che la macchia si asciughi, se possibile aspirare i residui. Se la macchia persiste usare il metodo A.

Urina-sudore: utilizzare il metodo A, seguito dall’applicazione di una piccola quantità di detergente liquido ammoniacato.

Vomito: asportare cautamente il residuo, tamponare con una spugna inumidita con acqua fredda e seguire le istruzioni del metodo A.

Scopri di più sui prodotti La Tartaruga

Seguici su Facebook

Tessuti idrorepellenti e antimacchia.

Tessuti idrorepellenti e antimacchia, cosa li rende unici e perchè sceglierli per il proprio arredamento? 

 

Resistenza dei tessuti idrorepellenti. 

I tessuti idrorepellenti sono creati in modo da prevenire il filtraggio dell’acqua all’interno del tessuto, così da prevenire danni a ciò che sta al di sotto (per esempio l’imbottitura di un divano o di un cuscino). Questo tipo di materiali rende l’intero prodotto più resistente e, quindi, aumenta notevolmente la qualità del prodotto finito. 

 

Praticità dei tessuti antimacchia.

I tessuti antimacchia prevengono la formazione e facilitano la rimozione delle macchie sul prodotto; quante volte è capitato che bevendo in salotto, qualcosa venisse versato sul divano macchiandolo irreparabilmente? I tessuti antimacchia facilitano la vita a chi li sceglie: bambini, animali, bevande, cibo eccetera non saranno più un problema per il tessuto del proprio arredamento, basterà seguire le istruzioni per ogni tipo di macchia e la si potrà rimuovere in men che non si dica.

 

Versatilità.

Diversi tipi di tessuto idrorepellente possono essere usati per diversi scopi, con determinati tessuti si possono rivestire divani e cuscini; con altri tipi di tessuto è invece possibile produrre calde e soffici coperte autunnali o invernali. I diversi tipi di tessuto permettono anche di trovare una soluzione per ogni ambiente e stile. I diversi tipi di tessuti rendono anche possibile il rinnovo di arredi già esistenti tramite fodere su misura.

 

I nostri tessuti idrorepellenti e antimacchia.

I nostri prodotti utilizzano i migliori tessuti idrorepellenti e antimacchia: 

CLEO 100% poliestere, idrorepellente. Perfetto per rivestire divani e cuscini, tessuto molto resistente e adatto a tutti gli ambienti.

Taiti: il primo tessuto sul mercato studiato per essere idrorepellente ma anche soffice e accogliente, realizzato in poliestere. Vellutato, soffice e caldo si presenta come un’ottima scelta per coperte e simili.

Panda: tessuto antimacchia e idrorepellente, resistente e accogliente. Caldo, soffice e morbido, perfetto per i bambini data anche la sua resistenza all’usura.

 

 

Scopri di più sui prodotti La Tartaruga

Seguici su Facebook

Produzione artigianale: cosa la rende migliore

Produzione artigianale e industriale.

Esistono due metodi di produzione di un bene: la produzione artigianale e la produzione industriale. La produzione industriale si basa sull’output di un grande quantitativo di prodotti, tutti rientranti in standard dimensionali e qualitativi predefiniti; realizzati da impiegati specializzati in una parte dell’assemblaggio del prodotto ma che non sono a conoscenza del processo di creazione completo.

La produzione artigianale si basa sulla produzione di un numero minore di prodotti  realizzati a mano da artigiani esperti i quali si occupano del prodotto dall’inizio alla fine del processo produttivo; il modo in cui vengono realizzati fa si che ci siano differenze visibili tra i prodotti artigianali: questo rende ogni prodotto unico.

I vantaggi della produzione artigianale.

La produzione industriale presenta il solo vantaggio di realizzare prodotti meno costosi, il prezzo al pubblico spesso però non rispecchia la qualità finale del prodotto.

D’altra parte invece la produzione artigianale ha molti valori aggiunti: dalla qualità del prodotto finito alla cura dei dettagli fino alla scelta dei materiali. 

Qualità.

Quando un artigiano realizza un prodotto se ne occupa dall’inizio alla fine del processo produttivo e conosce buona parte, se non tutti, gli step della produzione dell’oggetto: in questo modo l’artigiano può prendere accorgimenti per migliorare la qualità finale del prodotto; inoltre anche l’esperienza e la specificità delle conoscenze dell’artigiano fanno sì che la qualità sia migliore.

Cura dei dettagli.

I prodotti artigianali sono unici: ogni prodotto viene realizzato interamente da un artigiano, o da un gruppo di artigiani, che si occupano di ogni singolo dettaglio rendendo unici anche prodotti che appartengono, per esempio, allo stesso modello. La cura dei dettagli nella produzione artigianale fa la differenza sia per la qualità, affidabilità e durabilità del prodotto finito, sia per l’estetica del prodotto finito. Parlando di cura dei dettagli nella produzione artigianale occorre sottolineare come la scelta dei materiali influisca sulla qualità del prodotto.


Scopri di più sui prodotti La Tartaruga

Seguici su Facebook

 

Made in Italy: valore aggiunto.

In tv e sui giornali viene spesso citata l’importanza del valore aggiunto ad un prodotto made in Italy ma questo cosa significa?

I prodotti made in Italy portano con sé standard qualitativi elevati sia per quanto riguarda i materiali utilizzati e sia per quanto riguarda la manifattura. Una nota, non marginale, è quella che riguarda il gusto ed il design dei prodotti italiani che, non per nulla, sono invidiati in tutto il mondo.

Made in Italy: La qualità.

I prodotti made in Italy, nel mondo, sono automaticamente associati alla parola qualità e questo non accade per caso in quanto soltanto le materie prime migliori vengono investite nella creazione del prodotto e i migliori artigiani lavorano alla produzione dello stesso. Ne sono un esempio i prodotti di arredamento quali divani e poltrone, tendaggi e complementi d’arredo, che devono essere ideati e prodotti per garantire comfort, comodità ed una lunga durata di utilizzo nel tempo.

Il made in Italy è il frutto del lavoro di aziende specializzate che, molto spesso, si concentrano sulla produzione di pochi prodotti ma di altissima qualità; i benefici della specializzazione non sono pochi: in primo luogo si hanno artigiani altrettanto specializzati, capaci di creare prodotti di altissimo livello. In secondo luogo, si ha una conoscenza maggiore delle materie prime, dei fornitori di tali materie e delle loro qualità e caratteristiche.

Il gusto.

Creare un prodotto, per esempio un divano, non significa semplicemente mettere insieme un telaio e dei cuscini per poi rivestirli di un materiale casuale. Il prodotto deve essere, oltre che comodo, esteticamente piacevole: per ottenere questo risultato i designer italiani mettono in campo le proprie conoscenze apprese nelle migliori scuole specializzate.

Gli esiti si possono osservare a livello mondiale con prodotti famosissimi come interni di auto, prodotti per l’arredamento, moda e prodotti tessili. Il gusto italiano è considerato parte integrante del made in Italy, fornendo un tocco unico e inimitabile.

Il nostro impegno quotidiano è proprio questo: seguire la via della qualità e del gusto tipicamente italiani.


Scopri di più sui prodotti La Tartaruga

Seguici su Facebook